KalaKala


Evento SpecialeBANNER-KALAKALA-800X600

L’atto conclusivo dell’edizione MAXXI 2014 di Across Asia Film Festival vedrà il regista Khavn de la Cruz eseguire dal vivo al pianoforte le musiche del suo film-opera KalaKala che scorrerà alle sue spalle. Dedichiamo questo evento alla memoria di tutte le vittime di tifoni e uragani che ogni anno flagellano le aree tropicali del mondo e che, lì dove non uccidono, costringono a ricostruire sempre sulle stesse macerie.

In questo viaggio allucinato, Khavn de la Cruz sarà accompagnato da Mike Cooper alla chitarra lap steel e da Jonida Prifti alla voce.

.

Per questo evento gratuito si consiglia la prenotazione.

Regia Khavn De La Cruz Sceneggiatura Khavn De La Cruz Cast Paul Magasine, Sharon Mae Casiño Fotografia Albert Banzon Musica Khavn De La Cruz Produzione Kamias Overground Durata 71’ Lingua Tagalog con sottotitoli inglesi Paese Filippine Anno 2012 Genere Documentario, Film/Opera

“8 giorni dopo Natale, il tifone SengDong distrugge una piccola città delle Filippine, sommergendola nell’acqua. 8126 famiglie displaced, quasi 5000 morti, un migliaio di dispersi. Molte probabilmente affogate.

Tre settimane dopo, un uomo viene trovato a camminare in quello che rimane della città, in broad daylight, un bambino morto nelle sue braccia. Si aggira nei quartieri del business, dogged by local che si incuriosiscono, simpatizzano, empatizzano. Seguendo il fantasma di sua moglie, l’uomo cammina sino a quando raggiunge un fiume, e si affoga.“

Khavn de la Cruz viene definito per la sua poliedrica produzione “il Lars von Trier delle Filippine” (Julien Fonfrede, Montreal Festival Of New Cinema), “il più prolifico e grande filmmaker del mondo” (Variety), “il nuovo Takashi Miike, l’equivalente di Peter Baiestorf” (Mondo Paura), “un filmmaker rock ‘n ‘roll dalla sensibilità di Buñuel “(Ricky S. Torre, GMA News), “un ribelle punk” (Die Presse), Khavn De La Cruz è filmmaker, compositore, scrittore internazionalmente riconosciuto e premiato. Ha all’attivo 33 lungometraggi e 100 corti, tra cui Mondomanila (Rotterdam 2012), The Muzzled Horse Of An Engineer In Search Of Mechanical Saddles (Berlinale 2008), Manila In The Fangs Of Darkness (Viennale 2008), and Squatterpunk (Rotterdam 2007). Khavn, tra i fondatori del leggendario locale per artisti di Manila Oracafe, è definito il padre del cinema digitale delle Filippine. È, inoltre, presidente della Kamias Road, società di produzione indipendente che si occupa di film, musica, editoria.